Vendemmia 2014 conclusa, i miei voti…

Categorie: La vigna e il vino

L’esposizione a nord delle mie nascette, in un’estate piovosa e fredda come questa, mi avevano fatto pensare ad un disastro imminente, ma la nascetta ancora una volta mi ha sorpreso: grappoli sani, bucce spesse e profumate. Quest’anno mi ha fatto capire come questo vitigno a maturazione tardiva, ami il freddo e credo la sua natura sia quella di diventare un vino fresco, acido, minerale da invecchiare

Leggi tutto

Il terroir di Serralunga d’Alba sulla rivista inglese Decanter

Categorie: Opinioni

In attesa che la vendemmia entri nel vivo, vi consiglio di dare una letta all’articolo di Stephen Brook, giornalista di Decanter, che ha fatto uno speciale sul territorio di Serralunga d’Alba. Interessante per comprendere meglio questa zona vista dalla prospettiva dei produttori e dalla relativa analisi del professionista inglese.

Leggi tutto

Sarà anno da doppia N ?

Categorie: La vigna e il vino

Questa è un’annata complicata, delicata, dove il tempismo e le decisioni del produttore avranno una valenza fondamentale sulla qualità dell’uva. L’altro ieri abbiamo iniziato a raccogliere la Nascetta ed è risultata in condizioni perfette, nonostante o forse proprio grazie al fatto che la nostra vigna è esposta a Nord: essendo un’uva semi tardiva il clima fresco aiutato dell’esposizione della vigna ha accompagnato la maturazione lenta dell’uva ed uno sviluppo aromatico eccezionale.

Leggi tutto

I problemi dell’estate

Categorie: La vigna e il vino

Leggo sui social network, molti produttori non felici di questa annata, pessimisti e catstrofisti, credo che sia troppo presto per giudicare, soprattuttto se parliamo di varietà tardive come il nebbiolo. Non nascondo però, che quest’annata è complicata, delicata, dove il tempismo e le decisioni del produttore avranno una valenza fondamentale sulla qualità dell’uva. E’ un’annata sicuramente costosa per i numerosi interventi sia tramite mezzi meccanici ,basti pensare ai 17 trattamenti antifungini fatti contro i 7-8 delle annate più secche, che manuali con sfogliature e cernite che interessano non solo il numero di grappoli ma anche di parti di grappolo.

Leggi tutto

Annata difficile ? Siamo pronti.

Categorie: Opinioni

Quest’anno più che mai, l’inerbimento dei filari e la decisione di contenere il vigore di alcuni vigneti con la semina di orzo tra i filari, sta avendo successo: il terreno drena bene l’acqua e l’equilibrio terreno-vite si sta rivelando vincente. In particolar modo San Bernardo, dove 5 anni fa veniva considerato il vigneto più vigoroso, si è cimato solo 2 volte ed i grappoli sono più contenuti in numero e in dimensione.

Leggi tutto

Non solo pioggia, anche grandine…

Categorie: La vigna e il vino

Giugno e la prima quindicina di luglio non sono stati mesi climaticamente fantastici per i vigneti di Langa, il caldo non si è ancora veramente sentito, le piogge sono state frequenti e costanti. Abbiamo fatto molti trattamenti, quasi uno a settimana e nonostante ciò qualche foglia attaccata da peronospora l’abbiamo avuta, ma per ora niente di allarmante. La situazione si è drammaticamente aggravata dalla grandinata di sei giorni fa, che ha coinvolto molti comuni della zona del Barolo.

Leggi tutto

Vittoria Unesco, ma…

Categorie: Opinioni

Tutti ne parlano, piemontesi e non, ho appreso la notizia da internet in una spiaggia della Liguria ed istintivamente ho iniziato inorgoglito, a dirlo alle prime persone che avevo attorno: I paesaggi vitivinicoli piemontesi sono patromonio dell’Unesco! Non ho idea esattamente di che cosa significhi, ma la notizia aveva la cadenza di grande vittoria e probabilmente lo è; la prima cosa che mi è saltata in mente è che il Piemonte in futuro avrà sempre più visibilità e il turismo di conseguenza crescerà. Dopo questa sensazione d’orgoglio campanilista, ho fatto un giro sui siti e sui social e come al solito i politici si sono cimentati nell’unico sport in cui sono davvero fortissimi: il salto sul carro del vincitore

Leggi tutto

15 giorni intensi – it’s allegagione time!

Categorie: La vigna e il vino

Dico intensi perché da sempre la metà giugno è caratterizzata da moltissimi lavori di campagna che si vanno ad accumulare e spesso e volentieri ad accavallare. La fioritura è finita per nebbioli, barbere e dolcetti, mentre per la nascetta è quasi terminata, dobbiamo trattare in fascia grappolo con zolfo per proteggerci dall’oidio, dobbiamo sfogliare per abituare il frutto che si sta formando al sole, sfalciamo in mezzo al filare e zappettiamo sotto fila. In alcuni vigneti più vigorosi ci dobbiamo preparare a cimare ed ovviamente avere sempre gli occhi rivolti verso l’alto e agire in preventivo per le eventuali piogge.

Leggi tutto

Acqua e fioritura

Categorie: La vigna e il vino

Maggio è stato caratterizzato dall’istabilità, molte piogge, tanta acqua che va ad accumularsi a quella scesa nell’inverno, ma le temperature non sono state molto alte. Nonostante l’abbondante acqua, la pianta ha percepito poca umidità, la rugiada al mattino non si è mai vista, perciò attacchi da parte di funghi patogeni fortunatamente non c’è stata.

Leggi tutto

Pennsylvania side by side

Categorie: Opinioni, Winetrotter

La Pennsylvania è uno dei pochi stati americani, dove gli alcoolici sono controllati dallo stato, perciò nessuna enoteca privata, ma bensì un’unica grande catena di negozi controllati da Harrisburg. Come tutti i monopoli hanno lati positivi e negativi: da una parte la sicurezza dell’incasso ed il controllo sui prodotti, dall’altra parte prezzi più alti del…

Leggi tutto