Settembre, il mese più importante

Come quasi tutti gli anni, Settembre sarà il mese cruciale per stabilire se questa sarà una buona annata o meno. Da adesso si comincia a fare sul serio, ogni cambiamento climatico improvviso, piogge, sole , caldo e freddo faranno la differenza in positivo o in negativo. Purtroppo agosto è stato eccezionalmente piovoso e non molto caldo, questo ha provocato un ritardo della maturazione, ma soprattuto ha innescato una serie di attacchi fungini a catena, che si stanno manifestando in questi giorni. Tutte le uve sono ormai invaiate e la sintetizzazione degli zuccheri nei grappoli comincia ad aumentare giorno dopo giorno.

Facendo il mio solito “tour” nelle vigne, ho riscontrato, purtroppo, che il vigneto di barbera, piantato in primavera ha subito un forte attacco fungino. E’ comprensibile perché solitamente i vigneti più giovani sono anche i più delicati e deboli. Sulle foglie si possono notare le classiche “macchie d’olio” caratteristiche della peronospora. Bisogna intervenire immediatamente con un trattamento specifico curativo.

Sono comunque ottimista per Settembre, le previsioni per la prossima settimana sono buone: cielo soleggiato e giornate fresche. Nel frattempo l’erba è ricominciata a crescere, dobbiamo intervenire con un’ immediata trinciatura, eliminando questa pericolosa fonte di umidità. Mi sembra di poter constatare che, quest’ anno ancora di più degli altri,  le scelte ed i dettagli, saranno importanti per poter ottenere una vendemmia di qualità. Una cosa è certa: non voglio pioggia per almeno 2 mesi!

grappolo di uva nascetta