Futebol brasilero e vini di Langa…

E’ proprio il caso di dire che il calcio e il vino sono le due passioni che legano l’Italia e il Brasile. La prima di natura storica, mentre la seconda ha origini recenti per i brasiliani, ma allo stesso modo ci coinvolgono e ci emozionano.

Ieri ho avuto il piacere di avere ospiti a pranzo da me l’amico giornalista vinicolo Alexandre Bronzatto della rivista Gosto e il titolare di 5 ristoranti a San Paolo e Rio, il sig. André Lima. Entrambi paulisti, ma con una grande differenza: uno tifoso del Corinthias e l’altro del Santos.

Mentre bevevamo Barbera Zio nando 2008 e Barbera Lirano Soprano 2007 con la splendida pasta al forno firmata mamma Paola, la nostra chiacchierata spaziava dalle fasi fenologiche del nebbiolo alla Coppa Libertadores, si passava dalla politica di Lula, alle spiagge di Santa Caterina. Chiacchierata a 360 gradi, simpatica conviviale, ma competente e istruttiva. I due ospiti carioca sono appassionati di Piemonte e sono grandi conoscitori delle Langhe, un piacere assoluto mostrare loro, per la prima volta le nostre cantine ed  nostri vini. Abbiamo concluso con uno splendido Barolo Riserva 2004 che comincia solo ora ad esprimere le sue caratteristiche di annata classica a lungo invecchiamento.

André e Alexandre, grazie per essere venuti e spero che sulla via del ritorno abbiate un pò di “Saudade”, ma questa volta del Piemonte!

  • Deco Lima

    Caro Enrico, è stato un pranzo spetacolare e una chiacchierata indimenticabile. Saluti a tutti. Abbraccio, Deco.