Quando la terra si muove

Vigna di nebbiolo da Barolo in loc. Briccolina a Serralunga d'Alba

La nostra terra, che tanto amiamo e decantiamo perché dona profumi e caratteristiche uniche nel mondo ai nostri vini, a volte si ribella. Non voglio di certo paragonare le foto che vedrete, con le recenti immagini catastrofiche giapponesi, che tutti abbiamo ancora negli occhi, ma vi voglio mostrare uno dei tanti imprevisti che comporta essere viticoltori.

Negli ultimi 4 giorni si è abbattuta in Piemonte, una pioggia continua e costante che ha messo alla prova argini di fiumi e strade dell’intera regione. Se percorrete le vie di comunicazione tortuose delle Langhe, slalomeggerete tra cartelli di lavori in corso, di pericolo frane o escavatori che rimuovono cumuli di terra scivolati in mezzo alla strada.

Loc. San Bernardo in Serralunga d'Alba

Non sono state risparmiate ovviamente le vigne, in particolar modo quelle nuove e i terreni appena spianati in attesa di essere piantati. Il problema più grosso si è verificato a San Bernardo, nel comune di Serralunga d’Alba, dove l’estate scorsa avevamo livellato un terreno appena acquistato per piantare nuovi nebbioli questa primavera, come vedete dalle foto probabilmente i nostri programmi dovranno slittare di qualche mese.

Loc. Briccolina in Serralunga d'Alba

Piccolo assestamento anche nella vigna della Briccolina, le palizzate sono state danneggiate, ma hanno preservato il crollo della parte alta del vigneto. L’argilla e il calcare che costituiscono i nostri meravigliosi terreni, in questi momenti diventano nemici. Il terreno s’inzuppa d’acqua fino a scivolare sulle marne solide sottostanti, franando a valle.

Non ci resta che guardare e aspettare che il sole ed il vento asciughino la terra, per poter intervenire con mezzi meccanici. I costi per il ripristino non sono pochi e i disagi sono molteplici. La natura ci ricorda che dobbiamo osservarla più attentamente e questo i nostri vecchi lo sapevano fare meglio…

Loc. Lirano in Sinio, vigneto di Zio Nando nuovo