Il Dolcetto d’Alba Ercolino 2010 va in bottiglia

Sono sempre in apprensione durante il primo imbottigliamento di dolcetto dell’anno, infatti questo vino è nato solo otto mesi fa e le sue caratteristiche di delicatezza sono ormai note. L’Ercolino non subisce alcuna stabilizzazione tartarica a freddo, preservando al massimo le caratteristiche fruttate del vitigno. Il 2010 ci ha regalato un dolcetto di grande intensità e di piacevole morbidezza; fondamentale è stata la selezione in vigna di fine luglio e inizio agosto, che ha permesso di arrivare a metà di settembre con uve mature e sane, nonostante le frequenti piogge estive.

Importante è stato l’apporto qualitativo del vigneto piantato nel 1944 dal nonno Ercole che rappresenta il 25% del totale della produzione, uve che maturano qualche giorno prima e con una migliore concentrazione rispetto alle altre.

Provatelo e assaporate la sua freschezza, bevetelo a pasto, tutti i giorni, sono sicuro non vi stancherà!