Basta instabilità!

Qualche settimana fa pensavamo tutti ad un’altra annata rovente con maturazione precoce ed una pianificazione di vendemmia anticipata, data la fioritura dei nebbioli iniziata il 24 maggio. In agricoltura però tutto è possibile e le previsioni possono essere modificate drasticamente nell’arco di qualche giorno.

Stiamo infatti entrando nella terza settimana climaticamente instabile, con piogge giornaliere anche a carattere torrenziale, che non ci danno tregua. I nostri terreni argillosi impregnati d’acqua, complicano l’entrata in vigneto delle trattrici, con conseguente difficoltà ad effettuare trattamenti contro le potenziali infestazioni fungine. Inoltre siamo in ritardo nella cimatura, nella sfogliatura, spollonatura e trinciatura dell’erba.

Il periodo intorno alla metà di giugno è sempre stato quello in cui si concentrano molte attività agricole dovute alla crescita repentina delle viti: le condizioni climatiche di questa primavera 2011 non ci aiutano di certo.

Il lato positivo è che la fioritura si è completata con successo e la formazione dei grappolini è stata regolare, questa settimana il sole timidamente dovrebbe farsi vedere con più costanza, teniamo le dita incrociate e speriamo in un’altra grande annata!