Barolo Serralunga 06, posizione n.16 nella Top 100 di Wine Spectator

Non nascondo la felicità per questo importante riconoscimento, fa piacere essere considerati il secondo barolo ed il terzo vino italiano classificato nel mondo dalla prestigiosa rivista Wine Spectator. La soddisfazione non è solo nel posizionamento, ma è la testimonianza del fatto che il lavoro paga, l’unione della famiglia e la serietà della “squadra” sono fondamentali e determinanti per conseguire i traguardi.

Vedi la classifica integrale Top 100 e il nostro Barolo Serralunga

Questo riconoscimento è un simbolo, è un segnale che dobbiamo continuare in questa direzione; c’è ancora molto da fare, i nuovi progetti non mancano: la nascetta, il nebbiolo base spumante, il Barolo Briccolina, la conversione bio dei vigneti di Lirano, la crescita nel web etc…  Non vedo l’ora di raccontarveli perciò seguiteci, visitateci, assaggiateci, ma soprattutto lasciatevi emozionare, da chi il vino, lo vive ormai da più di cent’anni.

Il Barolo Serralunga

Il Barolo Serralunga nasce dalla selezione di alcuni tra i più prestigiosi cru del Comune di Serralunga: i vigneti di Manocino, Serra, San Bernardo e Lazzarito. Qui la ricchezza del terreno calcareo argilloso, il microclima favorevole e l’esperienza dell’uomo creano un vino di straordinaria finezza, eccezionale capacità di invecchiamento e forte tannicità.

Scopri tutti i dettagli sulla scheda del vino