Decidere

Mi è venuto in mente di parlare di decisioni perché nel 2012, a causa del collasso finanziario mondiale, si faranno scelte economiche, che condizioneranno  il modo di vivere del futuro prossimo, .

Noi in viticoltura, abbiamo la possibilità di determinare il futuro delle nostre piante, scegliere come allevarle, come educarle e rispettarle, assumendo a volte atteggiamenti duri, ma risolutori. Il buon senso non deve essere per forza diplomatico ed accondiscendente verso tutti, soprattutto quando il danno è  fatto. Paragono la crisi attuale ad una forte grandinata, che oltre a distruggere il raccolto dell’anno, si ripercuote con ferite, anche negli anni successivi, perciò si deve intervenire subito, con correzioni drastiche per poter garantire il futuro.

Decidere è responsabile, decidere a volte è antipatico, ma è una necessità. C’è chi cerca di sottrarsi, oppure a rimandarle, ma prima o poi si è costretti ad affrontarle. Da quando sono entrato ufficialmente nel mondo del lavoro mi sono trovato spesso davanti a decisioni da prendere, alcune volte sono stato costretto a scegliere drasticamente, altre volte la forza di volontà ha giocato un ruolo importante per risolvere alcune intricate situazioni. Molte notti ho trascorso insonni, sicuramente non aiutate dal mio carattere nervoso e apprensivo, ma sempre, dopo una decisione, provo un senso di soddisfazione e liberazione. Poco dopo però, quasi come una droga, ricerco un’altra situazione da risolvere, da affrontare e da superare. Decidere significa anche sbagliare ed è la parte che più difficilmente accetto, ma dalla quale obiettivamente, s’ impara di più. A volte succede che certe scelte vengano fatte per intuizione o sesto senso, senza basi razionali, ma semplicemente perché suonano meglio alle nostre orecchie, ho notato che spesso e volentieri sono quelle più azzecate.

Molte altre decisioni attenderanno di essere prese in questo 2012 dall’azienda Rivetto, molti progetti attendono di essere ultimati e mi auguro di poter contribuire, assieme alla mia famiglia, a scelte intelligenti, rispettose, proiettate ad un futuro più coraggioso.