Meeting di food blogger all’ #Albacamp

Una sala “farcita” di food-blogger! Non sono nel cyberspazio: sono ad Alba, in via Mandelli in occasione di Vinum. Per un attimo mi sono sentito come la ciliegina sulla torta dal momento che mi sono presentato come il non-blogger-produttore-di-vino: è la non-conferenza collaborativa #AlbaCamp e ognuno degli intervenuti ha presentato il suo originale modo di essere blogger.

Chi ha aperto una valigia come Singerfood “Fenomenologia di un’emigrazione gastronomica: la valigia del pugliese in viaggio per Milano”, chi si è fatto tradurre dal Piemontese all’italiano come Prunotto Mariangela “Ricette piemontesi in dialetto”, chi parlando in modo spontaneo come le sue erbe –Irene Binaghi “blog di cucina naturale e erbe spontanee”

Personalmente l’ho presa alla larga partendo dagli inizi, numeri alla mano: da luglio 2010 a gennaio 2012 il blog “Dalle nostre vigne” è passato da 1100 a 7500 visite mensili di cui il 45% originati fuori dall’Italia (Stati Uniti, Gran Bretagna, Polonia, Canada, Svizzera, Estonia, persino dalle isole Mauritius).

Con questa foto dei blogger in sala termino il mio speech

Una bella soddisfazione per un’intuizione avuta durante una visita in un ristorante negli Stati Uniti. Mi ricordo l’esatto momento in cui decisi che avrei scritto un blog: Il manager del ristorante maneggiava uno dei primi smartphone eccitato dalle possibilità che offriva. Quell’immagine mi ha fatto capire come il mondo possa essere vicino se riesci a parlargli. Quell’intuizione ha portato a 100.000 articoli letti nel 2011 (comprendendo post, news e schede vini).

Non sono i numeri però che hanno colpito i non-colleghi presenti bensì due considerazioni: quella sul post più letto “Siete sicuri di voler piantare un vigneto?” in cui faccio i conti in tasca ai produttori stimando il costo di un nuovo vigneto nella zona del Barolo, con 2300 visualizzazioni. E di come si spiega il successo: non per il taglio economico del post ma per l’errore che c’è nascosto. L’ altra considerazione: ci sono tante regole da seguire per un blogger, ma io ne ho imparata una, applicabile nel mondo virtuale e in quello reale indistintamente: non raccontare palle. Mai.

Gli altri interventi:

Roberto Mastropasqua Pan ed Langa

Ci_polla con Mulino Marino  “Il progetto Enkir”

Claudia Tiberti e Ambra Orazi “Scoprire l’Istria e raccontarla attraverso i blog”

Claudia Lafemmeduchef “In viaggio: una continua scoperta tra realtà e web”

Lucia Pantaleoni  “Fare della propria passione per la cucina  un lavoro: diventare autori culinari a Parigi”

Massimo D’Alma “Parigi val bene una messa?”

Ilaria Mazzarotta “Roma-Milano: dalla coratella ai Due cuori”

Mariachiara Montera “Foodblogger per Officina di Cucina: un aiuto per Genova.”

CibVs “Aggiungi un post a tavola.”

Ornella Daricello “La rete è servita”

Martina Liverani “LADY COOK: donne, territori e tradizioni”

Valentina Barone“Langhe e Roero visti da una foodblogger”

Sara Milletti “Il mondo nella mia cucina 2.0”

Barbara Sgarzi “I Viaggi sono sinesetesie”

Sonia Figone “Food Photography”

Il mio amico desiner Axel ed io dopo l'aperitivo con la Nascetta

 

  • Cristina Fracchia

    Ciao Enrico, m’è spiaciuto molto non esserci alla presentazione dei vostri interventi. Grazie di aver riportato qui il contenuto del tuo! A proposito, vero, le bugie hanno le gambe corte, specie sul web… Ciao!!

  • Ci_polla

    è stato bello essere una non blogger con te ;)

  • Monika

    Bell’idea di
    mettere i link dei blog presentati durante #Albafoodcamp. Grazie! Visitero’ tutti
    con interesse.

     Saluti

  • Pingback: #Albafoodcamp, czyli zlot bloggerowców | Bel Piemonte()