Perché l’orzo nei vigneti?

L’orzo, avena e trifoglio squarroso in mezzo ai filari perché? Ci aiutano a rivitalizzare il suolo e creare quell’equilibrio tra pianta e terreno che ci serve per avere vigneti forti ed in salute. Seminando questi cereali in autunno abbiamo il vantaggio di lavorare meno il terreno, senza compattarlo, inoltre le radici vanno in competizione con quelle delle viti, le quali vengono stimolate ad andare più profonde. L’orzo ha radici lunghe e sottili, che alla fine del ciclo vegetativo lasciano dei microcanali sotterranei favorendo l’ossigenazione della terra.

Un altro aspetto positivo è legato alla peronospora, questo fungo della vite infatti si attiva, quando le spore presenti sul terreno saltano sulla pianta durante le piogge primaverili; l’orzo protegge fisicamente bloccando il rimbalzo delle spore. In questo modo evitiamo trattamenti precoci o riduciamo le dosi di trattamenti antiparassitari.

Orzo tra i filari di barbera ad inizio Maggio

A fine Maggio, una volta tagliato, l’orzo va a creare un soffice tappeto fienoso che impedisce all’erba infestante di crescere e funge da coibentante contro i raggi del sole, mantenendo il terreno sottostante fresco ed attivo.

Orzo e avena seminate nel nuovo impianto di nebbioli da Barolo a Lazzarito in Serralunga d'Alba

Certo è che, la tentazione trasgressiva di produrre birra dall’orzo seminato nei vigneti, in alcuni momenti è davvero forte… :)

 

  • Birra? Why not! Rivetto Ale, sembra fatta apposta

  • Enrico

     :):)

  • Mulinogarden

    Enrico buongiorno,
    volevo chiedere che tipo di seminatrice usi per seminare l’orzo nel vigneto? Grazie

  • Enrico

    Utilizziamo un semplice spandiconcime con un carter che abbiamo aggiunto noi per evitare che i semi vedano nell’interfila.