Ce la faremo anche noi in Langa?

Ieri ho ricevuto una email piena di soddisfazione e di orgoglio dalla stazione sperimentale spevis che diceva quanto segue:

con grande soddisfazione la stazione sperimentale per la viticoltura sostenibile annuncia che giovedì scorso la giunta comunale di Greve in Chianti ha deliberato la nascita del biodistretto territoriale (l’intera superficie comunale di Greve) con all’interno il biodistretto vitivinicolo di Panzano in Chianti, il primo in Europa e probabilmente al mondo
per la spevis e per tutti i vignaioli è un fatto importantissimo che servirà da esempio e stimolo per costituire altri biodistretti nei territori ad alta vocazione vitivinicola. Ruggero Mazzilli

Che grande risultato per il territorio! Chissà sei noi langhetti prima o poi riusciremo a conseguire tale risultato? Nella collina tra Sinio e Serralunga d’Alba si è iniziato un anno e mezzo fa, ovviamente non siamo né i primi né  gli unici, ma i produttori che ragionano per una viticoltura più intelligente sono ancora troppo pochi. Io credo che dobbiamo essere tutti più sensibili ad una viticoltura più naturalmente rispettosa, comprendendo che anche questo fa parte del concetto a volte difficilmente spiegabile della qualità.