1 Marzo 2013 Ampelion di Alba: se potete, andateci

Purtroppo per motivi di lavoro non ci sarò, ma se potete andateci, soprattutto per ascoltare Ruggero Mazzilli. Credo che la direzione da lui indicata sia l’unica percorribile e futuristica dal punto di vista della responsabilità viticola. Il convegno si terrà ad Alba il 1 Marzo 2013 presso l’Ampelion di corso Enotria.

Vorrei riportare alcune parole di Ruggero, che mi hanno particolarmente colpito tratte dal suo “Appunti del vignaiolo naturale” :

Il territorio non è una proprietà privata e non è un’entità chiusa e statica. Al territorio si può fare del male o del bene: – il male si può fare anche da soli o in pochi- il bene si può fare solo tutti insieme.

Fino a pochi anni fa non era vietato fumare in luoghi pubblici. Allora sembrava normale o perlomeno non ci si ribellava perché, pur conoscendo i danni del fumo, non si percepiva la necessità di tutelarsi da ciò. Oggi una cosa del genere è impensabile perché ora si è consapevoli che chi fuma fa danno anche agli altri oltre che a sé stesso. Il Biodistretto è uno strumento per far capire alla gente che la chimica uccide e che l’agricoltura biologica funziona. Una grande sollecitazione deve venire dalla popolazione locale che non si occupa di agricoltura.

Attualmente a Panzano in Chianti i vigneti coltivati senza veleni supera no il 75% del totale e anche le aziende ancora convenzionali si stanno avvicinando al Bio provandolo su una parte dei loro vigneti.

Zona del Barolo e Barbaresco, che aspettiamo? La qualità è anche responsabilità, rendiamola obbligatoria.

Per approfondire : http://www.spevis.it/