Acqua

Ristagno idrico nei vigneti di dolcetto in Sinio

Siamo esausti, il mese di Marzo è stato il più piovoso degli ultimi 60 anni e i primi quattro mesi dell’anno i più piovosi degli ultimi 40. Le previsioni non ci danno tregua, il fango regna sovrano nelle Langhe, il terreno non ha più capacità di assorbire, è saturo. Stamattina sono riuscito a fare un tour dei miei vigneti ed ho scoperto alcune micro frane in alcuni vigneti nuovi. La preoccupazione dei viticoltori di Langa è l’impossibilità di intervenire in vigneto per lavorazioni e trattamenti. Le temperature sono ancora fresche e gli attacchi peronosporici sono ancora limitati, ma ci aspettiamo un’annata fitosanitariamente difficile. Appena possibile entreremo in vigneto ed è mia intenzione trattare manualmente, non possiamo aspettare.

Camminando nelle capezzagne

L’orzo alla Briccolina cresce a vista d’occhio ed aiuta a drenare l’acqua delle intense piogge

Micro frana nel nuovo impiantamento di nebbioli