Vendemmia 2015 piacere da vivere

Si è conclusa la vendemmia 2015 con grande euforia e soddisfazione da parte di tutti i produttori di Langa, del Piemonte e forse anche delll’Italia intera.

foto 5

Non era partita benissimo, i fantasmi piovosi del 2014 sono aleggiati per tutta la primavera, ma poi l’estate ha risolto tutto. Molta acqua accumulata nelle nostre argille ha garantito approvigionamento idrico per tutti i mesi caldi estivi. Maturazione perciò regolare anche se molto anticipata, per certi versi annata simile al 2007.

foto 41

Un millesimo semplice dal punto di vista interpretativo, un anno in cui ci si è sporcati poco, il clima caldo anche in settembre ha impedito che i nostri terreni si impregnassero d’acqua creando quella fastidiosa e benedetta (allo stesso tempo) fanghiglia.

foto 31

Sul nebbiolo prevedo un tannino maturo, morbido, un vino che generalmente avrà un’ottima componente fruttata. A differenza delle annate calde non avrà un grado alcoolico esagerato ed invadente.

foto 15

Un particolare interessante è il pedicello, normalemente diventa rosso quando l’uva è molto matura a seconda della varietà, ma difficilmente lo si vede sul barbera e quasi mai col nebbiolo: quest’anno invece di arrossamenti di quella specifica parte erbacea, se ne sono visti parecchi.

foto 3

Penso che il 2015 sia stata un’annata piacevole nel viverla tanto quanto lo sarà quella che apprezzeremo nel bicchiere. I vini saranno gradevoli, bilanciati sin da subito, non necessiteranno molto tempo per essere apprezzati. E’ mancato il classico tempo da nebbiolo, l’uva è maturata 15/20 giorni prima del normale: pensate che nella mia azienda abbiamo iniziato a vendemmiare il 1° di settembre ed abbiamo concluso il 3 di ottobre.

foto 2

Il barbera che aveva avuto grandi difficoltà nel 2014, si è riscattato ampiamente in questo 2015, potenza di frutto ed intensità caratterizzeranno questo vino.

La precocità di questa vendemmia ci regala tempo prezioso per preparare il terreno all’inverno: semina di orzo e trifoglio, rippature nei filari, arieggiamenti del sottosuolo saranno fondamentali per iniziare il 2016 con la marcia giusta.

IMG_3452 copia

Concludo dicendo che è l’annata che ogni produttore vorrebbe tutti gli anni, perciò lungi da me dal lamentarmi, anche se, conoscendo il nebbiolo, avrebbe gradito per essere perfetto, vedere qualche gambale sporco in più… Buon autunno!