Gelata

Categorie: Opinioni, Produzione

La primavera 2017 sarà ricordata senz’altro per l’improvvisa ondata di freddo che ha varcato le Alpi dopo la metà di aprile, situazione mai verificata in Piemonte con questa intensità, violenza ed imprevedibilità. A Pasqua le temperature erano d’inizio estate, per precipitare dopo poche ore, arrivando attorno allo zero. Nella zona di Neive è persino grandinato…

Leggi tutto

La 2016, che bella!

Categorie: La vigna e il vino, Opinioni

Nel mio caso specifico ho riscontrato bucce qualitativamente perfette, ottime estrazioni di colore e di polifenoli, notevole attività spontanea di lieviti, unico dato allarmante sono le gradazioni alcoliche molto alte. In seguito al finale d’annata molto siccitoso, la concentrazione di zuccheri è stata molto alta, non difficile perciò, sarà trovare nebbioli e barbere a 15,5 % vol.

Leggi tutto

La montagna

Categorie: Opinioni

Mi sono concesso una piccola pausa vacanza/lavoro alle pendici dell’Etna e volevo rendervi partecipi delle meraviglie di quella terra. La Sicilia catanese è un pò una Sicilia atipica, perché tutto è condizionato,come la chiamano i locals, dalla “Mundagna”. Qui si possono trovare vigneti centenari a 1.000 m di altezza di Nerello Mascalese, un vitigno coltivato…

Leggi tutto

Vendemmia 2015 piacere da vivere

Categorie: Opinioni

Si potrebbe dire che il 2015 sia stata un’annata piacevole e ne usciranno fuori vini gradevoli, bilanciati subito, non necessiteranno molto tempo per essere apprezzati. E’ mancato il classico tempo da nebbiolo, l’uva è maturata 15/20 giorni prima del normale, pensate che nella mia azienda abbiamo iniziato a vendemmiare il primo di settembre ed abbiamo concluso il 3 di ottobre.

Leggi tutto

Non come l’anno scorso

Categorie: Opinioni

Senza dubbio il 2015 sarà un’annata anticipata, dovuta principalmente al grande caldo estivo abbinato alla forte umidità presente nel sottosuolo dovuta alle intense piogge d’inverno e primavera. Non si può ancora giudicare questa annata, ma sicuramente non è stata come il freddo 2014, infatti luglio e la prima quindicina di agosto sono stati caratterizzati da…

Leggi tutto

Nebbiolo bubbles

Categorie: Opinioni

Sono d’accordo con il giornalista Franco Ziliani, che sostiene che per produrre bollicine di alto livello bisogna avere serie intenzioni e non è cosa facile. Noi siamo all’inizio, abbiamo grandi aspettative, ma sappiamo di essere all’inizio del cammino, proprio come riporta il nome del nostro spumante, Kaskal, che in antico sumero significa: la strada che porta al re. Ed è questo il mio augurio per il futuro, quello di arrivare più in alto possibile.

Leggi tutto

Ma perché Nascetta?

Categorie: Opinioni

Vorrei parlarvi della creazione della nuova associazione Indigenous Langa, dell’evento n.Zero appena concluso al Castello di Grinzane, delle critiche e dei complimenti ricevuti. Potrei dire chi è stato il migliore o il peggiore vino in degustazione; potrei trasmettere il tanto entusiasmo attorno ai vitigni autoctoni del Piemonte, ma sinceramente non ne ho voglia e credo…

Leggi tutto

Il terroir di Serralunga d’Alba sulla rivista inglese Decanter

Categorie: Opinioni

In attesa che la vendemmia entri nel vivo, vi consiglio di dare una letta all’articolo di Stephen Brook, giornalista di Decanter, che ha fatto uno speciale sul territorio di Serralunga d’Alba. Interessante per comprendere meglio questa zona vista dalla prospettiva dei produttori e dalla relativa analisi del professionista inglese.

Leggi tutto

Annata difficile ? Siamo pronti.

Categorie: Opinioni

Quest’anno più che mai, l’inerbimento dei filari e la decisione di contenere il vigore di alcuni vigneti con la semina di orzo tra i filari, sta avendo successo: il terreno drena bene l’acqua e l’equilibrio terreno-vite si sta rivelando vincente. In particolar modo San Bernardo, dove 5 anni fa veniva considerato il vigneto più vigoroso, si è cimato solo 2 volte ed i grappoli sono più contenuti in numero e in dimensione.

Leggi tutto

Vittoria Unesco, ma…

Categorie: Opinioni

Tutti ne parlano, piemontesi e non, ho appreso la notizia da internet in una spiaggia della Liguria ed istintivamente ho iniziato inorgoglito, a dirlo alle prime persone che avevo attorno: I paesaggi vitivinicoli piemontesi sono patromonio dell’Unesco! Non ho idea esattamente di che cosa significhi, ma la notizia aveva la cadenza di grande vittoria e probabilmente lo è; la prima cosa che mi è saltata in mente è che il Piemonte in futuro avrà sempre più visibilità e il turismo di conseguenza crescerà. Dopo questa sensazione d’orgoglio campanilista, ho fatto un giro sui siti e sui social e come al solito i politici si sono cimentati nell’unico sport in cui sono davvero fortissimi: il salto sul carro del vincitore

Leggi tutto